Raffaello Edition: all’Ombra dei Quattro Fiumi

Tra le vie del grande set di Roma, gli attori principali ci introducono ai protagonisti sconosciuti dell’infinta trama della Città Eterna

Raffaello

Orario dell’appuntamento:  ore  15.30 – 18.30

PRENOTA AL 3441443603

PUNTO D’INCONTRO Sabato 29 Febbraio 2020, davanti alla chiesa di S. Agnese in Agone
DURATA  Turno 15:30 – 18:30
LA QUOTA INCLUDE
Visita Guidata con guida ufficiale laureata in storia dell’arte Auricolari Wifi al raggiungimento del numero minimo
  Illuminazione nelle chiese
LA QUOTA ESCLUDE
Extra

 

Un Sabato pomeriggio tra i vicoli alle spalle della più bella Piazza di Roma. Così vogliamo ripartire. Sarà infatti la Fontana dei Quattro Fiumi a dare il via a una nuova passeggiata insieme.

Partiremo da Piazza Navona indagandone la storia che ha attraversato i secoli e le epoche, per poi entrare in S. Agnese in Agone, lasciandoci sorprendere dalle luci e dai colori che la arricchiscono.

Ci inoltreremo poi nelle vie barocche alle spalle dei Quattro Fiumi per scoprire i gioielli nascosti di S. Maria della Pace, tra cui un affresco di Raffaello.
In omaggio del grande artista urbinate, di cui quest’anno si celebrano i 500 anni dalla morte, proseguiremo nella splendida chiesa di Sant’Agostino in cui, oltre all’opera del Caravaggio “La Madonna dei Pellegrini”, conosceremo il meraviglioso Profeta Isaia di sua mano.

Concluderemo la nostra passeggiata con S. Salvatore in Lauro, una chiesa che curiosamente conserva due nomi, legati a momenti diversi della sua storia.
Faremo un viaggio tra i capolavori più conosciuti del Barocco romano e incontreremo anche nuove personalità che, pur nel silenzio della storia, hanno fatto di Roma e delle sue chiese le meraviglie che possiamo ammirare ancora oggi a ogni passo.

*il tour può essere soggetto a variazioni

 

 

Condivi e aiutaci a crescere
1

Sant'Agnese in Agone

Dedicata ad Agnese, giovane cristiana condannata al martirio proprio nell’antico Stadio di Domiziano, questa chiesa si affaccia su Piazza Navona con la facciata concava affiancata dai due campanili, importante testimonianza del contributo di Francesco Borromini nello sviluppo del Barocco romano. All’interno, la grande cupola sovrasta la pianta ellittica contornata da cappelle e altari realizzate dai più grandi scultori del Seicento. L’importanza simbolica di questa chiesa è testimoniata dai continui interventi che si sono succeduti fino al XX secolo, quando papa Pio X donò il prezioso reliquiario nel quale è custodito il cranio di S.Agnese.
2

Santa Maria della Pace

Un vero e proprio tesoro nascosto tra i vicoli che circondano Piazza Navona, Santa Maria della Pace deve il suo nome a un evento miracoloso del 1480 in seguito al quale, papa Sisto IV fece un voto alla Vergine affinché il bene della pace tornasse nella penisola, portando a termine le dure lotte tra gli stati italiani nate in seguito alla Congiura dei Pazzi. La facciata barocca, opera di Pietro da Cortona, introduce all’internodi un’architettura tardorinascimentale le cui decorazioni furono realizzate lungo tutto il Cinquecento, tra queste spiccano le Sibille della Cappella Chigi, opera del maestro Raffello Sanzio. Un tesoro nel tesoro!
3

Sant'Agostino

La chiesa fu costruita agli inizi del XV secolo, ma ampliata nelle dimensioni attuali alla fine dello stesso secolo. La facciata fu progettata dall’architetto rinascimentale Leon Battista Alberti e costruita utilizzando il travertino proveniente dal Colosseo. In questa basilica trovò asilo Caravaggio in seguito al ferimento di un giovane nei pressi di Piazza Navona, il maestro come ringraziamento donò agli agostiniani la pala raffigurante la Madonna dei Pellegrini, ancora qui conservata. Oltre al capolavoro del Caravaggio, tra le navate della chiesa si trovano opere di altri grandi artisti tra cui Raffaello, Guercino, Jacopo e Andrea Sansovino. Fra le numerose sepolture presenti, si ricorda quella di S. Monica, madre di S. Agostino a cui la chiesa è dedicata.
4

San Salvatore in Lauro

Chiesa dalle origini molto antiche, conserva ancora oggi i due nomi che ne testimoniamo la storia e l’affetto provato per lei dal popolo romano. Il primo nome, S. Salvatore in Lauro, ricorda la presenza di un antico boschetto di lauri nei pressi del Tevere mentre il secondo, Santuario della Madonna di Loreto a Roma, è la dedica nata nel 1669 quando la chiesa diventò patronato del Pio Sodalizio dei Piceni. Oltre a conservare splendide opere d’arte, questa chiesa è il luogo in cui ogni anno veniva allestita la più importante mostra d’arte del Seicento e del Settecento, a lungo organizzata dalla poliedrica personalità di Giuseppe Ghezzi.
Condivi e aiutaci a crescere

Ricordiamo che è sempre opportuno chiamare per conferma.

Il tour può essere soggetto a variazioni 

L’appuntamento sarà Sabato 29 Febbraio alle ore 15:30 a Piazza Navona, davanti alla chiesa di S. Agnese in Agone

Condivi e aiutaci a crescere

Per prenotare o per disdire

contattare il: 34414436035302_-_whatsapp-128

o inviare una mail a info@churching.it

 Si prega di confermare o disdire entro le ore 12:00 della stessa data.
Condivi e aiutaci a crescere
Piazza Navona

Tour Reviews

There are no reviews yet.

Leave a Review

Rating